Incontro DMI – 7/03/2020 (Venezia-Mestre)

Venezia–Mestre

Sabato 7 marzo 2020 – ore 15,00-18,00

Incontro aperto DMI

 

Per informazioni

Pubblicato in Comunicazioni, Comunità, Gruppi di Studio

Evoluzione e concetto di Tempo, dal Glossario dei WM

L’evoluzione della coscienza di un individuo è un processo molto diverso dal processo evolutivo in termini di corpo fisico. Per esempio, un individuo può fare un salto quantico nella coscienza in un solo istante, mentre invece il corpo fisico si modella gradualmente nel corso di migliaia di anni. Pertanto, l’entità si trasforma tramite un processo di rimembranza, mentre lo strumento umano – in modo particolare il corpo fisico – evolve attraverso l’esperienza in lunghi periodi di tempo lineare.

La coscienza individualizzata dell’entità è il frammento della Sorgente Primaria all’interno dello strumento umano che sta cercando di essere ricordato. Vive in un eterno stato di adesso, e rappresenta la continuità di tempo e coscienza in tutte le dimensioni di realtà. In altre parole, tutte le dimensioni di tempo sono simultaneamente sperimentate dalla coscienza dell’entità ma, sulla terra-earth, lo strumento umano è, di solito, conscio di una sola dimensione di tempo, in genere regolata in secondi lineari.

Questo è il motivo per cui il tempo gioca un ruolo così importante nell’evoluzione di strutture tri-/quadri-dimensionali come lo strumento umano, ma ha pochissima influenza sulla trasformazione della coscienza stessa. Lo strumento umano si basa su un corpo fisico continuamente modellato dall’esperienza, dall’emozione e dal pensiero, tutti auto-creati. D’altra parte, la coscienza dell’entità è il Sè multidimensionale. È l’unione di tutti i differenti aspetti della coscienza che negli universi di tempo/spazio sono rivestiti di strumenti di contatto; siano essi umani o altro.

L’entità può dimorare simultaneamente in migliaia di strumenti umani sparsi lungo 200.000 anni di tempo lineare. A uno strumento umano di un determinato periodo di tempo sembrerà l’unica e sola esistenza, ma per l’entità tutte le sue vite stanno accadendo nell’adesso. La coscienza dell’entità è il “mozzo” intorno al quale i suoi vari strumenti umani si collegano come i raggi di una ruota. E il cerchio esterno della ruota è rappresentato come tempo circolare nelle dimensioni di vita planetaria.

Tutti i “raggi”, o vite basate sul tempo, sono collegate insieme al livello della coscienza dell’entità, dove convergono nel non-tempo. Dalla coscienza dell’entità, attraverso il portale del Navigatore di Totalità, questa stessa esperienza è trasmessa alla Sorgente Primaria, elaborata dalla Sorgente Intelligenza e ritornata alla coscienza dell’entità sotto forma di energia che amplia la prospettiva dell’entità in termini di destino, esistenza e scopo. È infatti impossibile esprimere questa interrelazione tra Sorgente Primaria, Sorgente Intelligenza, l’entità, lo strumento umano e il tempo. Il tempo rende possibile segmentare questa conoscenza in frammenti che possono essere condivisi tra gli strumenti umani dell’individuo.

Lo strumento umano è un composito di capacità mentali, emozionali e fisiche collegate a formare un veicolo affinchè la coscienza dell’entità faccia esperienza della vita planetaria. Lo strumento umano si evolve per meglio adattarsi alle necessità dell’entità. L’entità si trasforma da pura espressione individualizzata della Sorgente Primaria in una Sovranità Integrale che ha creato la sua propria realtà esperienziale e ri-definito se stessa grazie alle relative esperienze planetarie.

L’eternità, anche se sembra escludere il tempo, pur tuttavia è una forma di tempo assoluto che non è isolato in una realtà sovrana ma, piuttosto, integrato in tutte le realtà come un filamento di luce che attira e unisce le più disparate realtà. In questa dimensione di unione – dove la coscienza dell’entità è totale e tutte le realtà convergono – il tempo si articola non secondo la progressione lineare dei secondi ma, piuttosto, secondo l’espansione della vibrazione d’eguaglianza o amore. Perciò, nell’eternità, il tempo è semplicemente ri-definito da un nuovo sistema di valori su cui le entità stabiliscono e riconoscono la loro crescita. —

Glossario dei WingMakers .pdf

 

Pubblicato in Estratti/Estratti Tematici, Extempora, Filosofia (e Glossario)

La mente e il cuore, John Berges (estratto dall’Intervista a James del CMN, 2009)

“La mente è stata tenuta in altissima considerazione da praticamente tutte le élite religiose, spirituali e scientifiche, e questo per il fatto che il cuore viene percepito come tenero, femminile, debole e totalmente reattivo.” (*)

Come brevemente accennato all’inizio, questo secolo sta per essere dominato da un conflitto tra le forze materialistiche della mente dell’ego-personalità e le forze spirituali del cuore della Sovranità Integrale. Il primo domina la nostra civiltà globale e il secondo è stato relegato a un ruolo inferiore dalle forze materialistiche combinate di scienza, tecnologia e interessi economici. Comunque, come molti di voi probabilmente riconoscono, il cuore e la Sovranità Integrale del lato di questa dicotomia sono in fase di crescita nella coscienza di molti individui in tutto il mondo. Questo è un chiaro segno di un cambiamento di coscienza.

All’inizio dell’intervista, James è pronto a indicare che la supposta “conoscenza superiore” posseduta dalla Massoneria e da altre società segrete non guiderà l’umanità fuori dall’attuale crisi globale. Al contrario, l’intelligenza del cuore e l’espressione delle sei virtù di apprezzamento, compassione, perdono, umiltà, comprensione e ardimento, sono le chiavi per neutralizzare le emozioni negative che mantengono l’umanità nella paura – ricordando che la paura è uno strumento potente utilizzato dall’Élite. Non si tratta di entrare in possesso di una conoscenza superiore segreta, ma di esprimere le virtù del cuore, che richiedono soltanto una quantità minima di conoscenza che chiunque può applicare alle emozioni negative. In quest’ottica, il cuore e le sue virtù approntano la scena e definiscono l’ambiente psicologico in cui poi la mente dell’ego-personalità risiede e opera.

È anche importante segnalare che c’è una differenza definita tra le emozioni più comuni esibite dal cuore sentimentale dell’ego e le emozioni superiori della Sovranità Integrale che irradiano dal cuore spirituale.

“Il cuore possiede un’intelligenza, una resilienza e una capacità di azione e di adattamento non comuni. Non sto qui parlando del cuore sentimentale – quel cuore che la nostra cultura definisce emotivo, sentimentale, facile a commuoversi, a preoccuparsi e perennemente in stato di bisogno. Il cuore di cui qui si parla è il punto di coscienza nell’individuo in cui è accesa la vibrazione d’eguaglianza del Creatore – la consapevolezza originaria. È qui che si realizza l’interfaccia tra individualità e l’Essere-Uno (Oneness).

“Il cuore dell’illuminazione è perfettamente sobrio e perspicace. È potente, e capace di compassione e amore infiniti. Non può esaurirsi, a meno che l’individuo non lo chiuda. Il cuore sentimentale, il cuore dell’indulgenza e dell’eccessiva premura non è collegato con il cuore dell’illuminazione, ed è fondamentale fare questa distinzione.”

Il cuore sentimentale e il cuore della Sovranità Integrale hanno le loro controparti mentali. La mente si differenzia nella mente inferiore dell’ego personale e nella mente superiore della Sovranità Integrale. La prima riflette le credenze dell’ego-personalità generata dal Sistema Mente Umana di Anu, mentre la seconda riflette la coscienza di Sovranità Integrale. La mente inferiore è la mente materiale e la mente superiore è la mente spirituale. Alla fine di questa intervista, James fa riferimento alla mente superiore come a una componente chiave dell’espressione della Sovranità Integrale nel mondo fisico.

Egli paragona metaforicamente il sistema cuore-mente a un viaggio. In questa fase del nostro viaggio sulla Terra, il cuore è lo strumento più utile che possiamo usare per il passaggio critico che stiamo ora attraversando. Una volta che la pratica del cuore è saldamente stabilita da una ampia fetta di umanità, la mente superiore può allora essere utilizzata per la fase successiva del nostro viaggio.

“Un’ultima cosa. Mi rendo conto che leggendo le mie risposte qualcuno potrebbe pensare che io stia declassando la mente ad organo secondario rispetto al cuore, ma non è così. La mente non è un’entità singola, ha molte diverse sfaccettature, alcune invisibili e altamente spiritualizzate e altre ossessivamente distruttive o fuorviate (non diversamente dalle emozioni). In questo tempo, la mente superiore o spiritualizzata, se posso chiamarla così, resta sfuggente all’umanità.

“La mente superiore sarà il miglior strumento più avanti in questo viaggio ma, per adesso, il cuore è quello che meglio serve l’umanità…

“Qui non si giudica se il cuore è superiore alla mente o viceversa. La verità è che entrambi sono “cablati” allo stesso network di luce, e non si può invocare la saggezza del cuore senza toccare la mente superiore. … [Il cuore] è come una forza induttiva che attrae la vibrazione d’eguaglianza alla sfera planetaria. Una volta che questa vibrazione sarà ovunque ancorata sul pianeta, l’umanità potrà allora utilizzare durante il viaggio il suo strumento successivo: la mente superiore.”

Prima di continuare, un altro fattore chiave nella nostra ricerca della conoscenza superiore è che non ci serve un intermediario che ci fornisca questa conoscenza. Nessuno deve porsi sotto la guida di preti, guru o sistemi psicologici al fine della pratica di vivere dal cuore ed esprimere la prospettiva della Sovranità Integrale di Unità (Oneness), Uguaglianza e Verità – la pratica del cuore è già dentro di noi in attesa di essere attivata.

Estratto dall’Introduzione di John Berges  – Intervista a James del Conscious Media Network (2009)

Fonte originale: https://www.wingmakers.com/content/resources/ Questions & Answers

– – – – – – – – – – –

(*) in corsivo citazioni di James tratte dall’Intervista

Pubblicato in Estratti/Estratti Tematici, Interviste a James, James

Introduzione al Progetto EventTemples (T) (2007)

Sito EventTtemples bINTRODUZIONE AL PROGETTO EVENT TEMPLES

Questa introduzione è la trascrizione di un’intervista a James, il creatore visionario dei siti EventTemples.com, WingMakers.com e Lyricus.org. Intervista fatta da Sarah De Rosnay il 23 aprile 2007, nello stato di New York.

 – – – – – – – – – – – – – – –

Sarah: Qual è l’obiettivo del sito EventTemples?

James: Dato che viviamo in una dimensione di materia-sostanza fisica che fluttua nel tempo e nello spazio, la maggior parte di noi si è abituata ad un’illusione ingannatrice, cioè che la realtà fisica o materiale sia la nostra unica realtà o, per lo meno, l’unica che ci riguarda.

Tutto ciò che esiste nel regno fisico è, in realtà, una metafora del suo equivalente energetico. Così noi viviamo in un mondo di metafore e di meta-forme. Anche l’EventTemples è una metafora, il promemoria che una realtà energetica e ben più profonda ci modella, ci sostiene e ci collega, e che noi – se lo scegliamo – possiamo accedere a questa più profonda realtà e renderla viva nella nostra vita.

Ma per rispondere in modo più diretto alla sua domanda, lo scopo dell’EventTemples è quello di dimostrare che noi siamo in grado di collegarci a livello energetico in quanto comunità coerente e che, tramite sessioni orchestrate e sincronizzate nel tempo, possiamo inviare le qualità riunite delle nostre virtù del cuore a un avvenimento e alle persone coinvolte che soffrono e hanno bisogno di un sostegno energetico proprio come necessitano di sostegno fisico o materiale.

Sarah: Sembra che di questi tempi salvare la Terra, o aiutare a proteggere la Terra, sia l’idea chiave che aggrega le persone. Come può la missione di salvare e proteggere la Terra collegarsi all’EventTemples, nel caso così fosse?

James: Apprezzo che le persone si sentano spontaneamente di salvaguardare la Terra, e sono in molti ora a notare questo iper-consumismo e come esso abbia abbassato la qualità del nostro ecosistema. Ma la Terra non è una delicata e fragile cosa. E non è neppure separata da noi energeticamente. Noi siamo tutti collegati, ed è per questa interconnessione e per la super-resilienza[1] della Terra che l’EventTemples si focalizzerà energeticamente a sostenere soprattutto e principalmente le persone.

L’idea è quella di lavorare con i livelli più profondi del nostro sé individuale – con ciò che alcuni chiamerebbero la padronanza emozionale di sé. Questo è l’elemento di base che si esprime al meglio quando la persona vive dal proprio cuore, esprimendo le sei virtù del cuore energeticamente, emotivamente e fisicamente con il proprio comportamento.

Non è focus dell’EventTemples fare parte di un movimento di salvezza e protezione della Terra, anche se la Terra ne trarrà altrettanto beneficio se un numero sufficiente di persone vivrà dal proprio cuore.

Sarah: In che modo le persone ne trarranno beneficio?

James: Lo scritto elettronico “Vivere dal Cuore” lo chiarisce molto bene. Vorrei invitare le persone a leggere questo scritto – anche parecchie volte – e ad assimilare il significato che sta dietro alle parole.

Partecipando a una sessione dell’EventTemples, la persona sarà condotta in una “sala d’attesa” dove potrà conoscere l’evento-obiettivo. Diciamo, per esempio, che l’evento si focalizzi sui campi profughi del Darfur e lo stato di deprivazione in cui i profughi vivono. I partecipanti saranno “liberati” dalla sala d’attesa nello stesso momento, a prescindere dal loro fuso orario, ed entreranno in un tempio virtuale come una comunità di partecipanti. In questo tempio ci sarà un’animazione che orchestrerà l’energia dei partecipanti riuniti e dirigerà questa energia di luce verso coloro che sono connessi (entangled) all’evento-obiettivo.

Il beneficio che i partecipanti otterranno dall’esperienza sarà quello di imparare come accendere e dirigere il loro cuore energetico al fine di sostenere i loro fratelli e le loro sorelle, a prescindere da dove si trovino sul pianeta. È la base di ciò che io chiamo comunità quantiche: i partecipanti proveranno una potente connessione con il proprio spirito interiore, con quello degli altri partecipanti e delle persone che stanno sostenendo energeticamente.

Non si tratta di un unico evento focalizzato su un solo soggetto. L’EventTemples risponderà ad avvenimenti passati, presenti e anche futuri o prossimi in specifiche aree geografiche del paese. Ci saranno sessioni quasi giornaliere che le persone potranno programmare e partecipare. Questa è una pratica che forma un movimento sul tempo, e questo movimento può creare dei cambiamenti profondi e positivi.

Sarah: Ho capito che le sei virtù del cuore sono la chiave alla totalità di questa esperienza. Può parlarci un poco di loro e da dove provengono?

James: Le sei virtù del cuore sono: apprezzamento, compassione, perdono, umiltà, comprensione e ardimento. Negli insegnamenti del Lyricus sono i comportamenti fondamentali che si chiede agli studenti di studiare e di esprimere sia energeticamente che con il proprio comportamento. Nello scritto “Vivere dal Cuore” sono descritti in dettaglio e vengono suggerite diverse pratiche o tecniche che aiutano ad ancorarli nel comportamento dello studente.

Il sito EventTemples offrirà gratuitamente un sistema di monitoraggio interattivo che aiuterà gli utenti a monitorare e valutare i propri progressi nell’applicazione delle sei virtù del cuore nella loro vita quotidiana.

Le sei virtù del cuore possono essere intrecciate insieme o espresse in gruppi e/o in sequenze. C’è artisticità nell’espressione dei comportamenti di cui il praticante diverrà col tempo progressivamente sempre più consapevole.

Sarah: Qual è la sua visione per il sito EventTemples.com?

James: Sul pianeta sta emergendo una nuova psicologia, mi riferisco a una psicologia positiva, che si focalizza sullo studio della resilienza e della forza emozionale dell’uomo. Gli psicologi stanno iniziando a rendersi conto, per esempio, che è più importante capire come alcune persone abbiano spontaneamente superato la depressione invece che studiare la psicopatologia della depressione stessa.

I serbatoi di resilienza e di forza emozionale sono sottoprodotti della padronanza emozionale di sé, la capacità di esprimere le sei virtù del cuore e di vivere in un circolo virtuoso invece che in un circolo vizioso. La capacità di alimentare un circolo virtuoso con le espressioni energetiche e comportamentali delle sei virtù del cuore uguaglia il potenziare il proprio potere personale (empowerment).

La mia visione del sito EventTemples.com è aiutare le persone a realizzare un nuovo livello di potere personale (empowerment) e, partendo da qui, permettere loro di sostenere individualmente e collettivamente le persone nel mondo grazie a transfer energetici che provengono da gruppi sempre maggiori di comunità quantiche.

Sarah: Non è un modo per sostituire la donazione di tempo e denaro a delle giuste cause?

James:  No. Questo è un’aggiunta al modello esistente di donare denaro, energie e tempo a fondazioni e organizzazioni caritatevoli e a chi è svantaggiato nel nostro villaggio globale. C’è una grande necessità per la nostra famiglia umana di affrontare le difficoltà date da sovrappopolazione, distribuzione di cibo e acqua, calamità atmosferiche, disastri naturali, guerra e dalla grande divisione data dall’incomprensione religiosa, culturale e razziale.

Ciascuno di noi, a suo modo, deve contribuire. L’EventTemples offre alle persone un modo per imparare la padronanza delle proprie emozioni, praticare le sei virtù del cuore, monitorare il proprio progresso, dare un contributo con le qualità del proprio cuore energetico a specifici avvenimenti e alle persone interessate, e contribuire con le proprie idee e la propria esperienza all’evoluzione della comunità.

Tutti sono incoraggiati a contribuire in modo utile ai punti caldi di calamità e di disordine nel momento in cui sorgono. Per alcuni l’EventTemples sarà troppo astratto e poco concreto, per altri richiederà troppo lavoro interiore, ma molti stanno cercando una comunità che incoraggi la maturità emozionale e la padronanza di sé non come insegnamento, bensì come pratica. Qualcosa che essi possono fare e di cui far parte ogni giorno della loro vita.

È questo che definisce una vita ricca di significato.  E questo è ciò che noi chiediamo per vivere il nostro scopo come esseri spirituali in un corpo umano.

Sarah: Come si collega tutto questo con i suoi progetti precedenti, WingMakers e Lyricus?

James: Sto tracciando un sentiero in una terra selvaggia, e se da una parte molte persone si fanno domande sulle radici e i fondamenti del mio lavoro, io sono più interessato alla destinazione del sentiero. Vede, la meta ultima è l’irrefutabile scoperta scientifica dell’anima umana e come tutti siamo interconnessi, indipendentemente dal tempo e dallo spazio, o dalla razza e dal colore, dal sesso e dall’età.

Tutto il mio lavoro punta a questa destinazione, ma il sentiero è stato ora esteso alle comunità quantiche che possono svilupparsi in potenti forze d’intenzione – compresa la destinazione di cui ho appena parlato.

Sarah: Quando sarà lanciato il sito EventTemples.com?

James: Stiamo costruendo un grattacielo e sarà lanciato in diverse fasi. La prima fase di lancio introdurrà e farà conoscere il progetto, dando l’idea di quello che verrà ma, soprattutto, definirà le fondamenta del progetto tramite lo scritto “Vivere dal Cuore”. Questo avverrà nell’estate del 2007. La fase successiva avverrà circa dopo tre mesi dal lancio iniziale, e includerà il primo Event Temple, il sistema di monitoraggio e i forum per la comunità. Dopo di che, si lancerà un nuovo Event Temple ogni 3-4 mesi circa. Tuttavia ci sono molti fattori che potrebbero accelerare o rallentare questo progetto, quindi le date che le ho fornito sono solo indicative.

Sarah:  Grazie per avermi illustrato alcuni dettagli di questo progetto. Le auguro ogni successo! Vuole aggiungere altri commenti?

James: Grazie. Se dovesse esserci solo una cosa da comunicare a ciascuno di voi che leggete questo, vi inviterei semplicemente a dedicare del tempo allo studio dello scritto Vivere dal Cuore”. Vi aiuterà ad apprendere come modificare a richiesta il vostro stato emozionale e a incarnare le connessioni più profonde del vostro cuore. Questo non è il proclama ultimo della propria padronanza emozionale ma è, piuttosto, un testo introduttivo o un catalizzatore per iniziare a praticare coscientemente e coscienziosamente. È stato scritto per chi ha bisogno di un promemoria al momento giusto, di una piccola spinta per intraprendere una nuova traiettoria verso una vita più ricca di significato.

In attesa del vostro contributo alla comunità,

dal mio mondo al vostro,

James


[1] Resilienza = la proprietà dei materiali di resistere agli urti senza spezzarsi (www.garzantilinguistica.it)[ndt]

Pubblicato in Comunità, EventTemples, Extempora, Gruppi di Studio, James, Tecniche dei WM

L’Attivismo Spirituale, pensieri conclusivi (Estratto dal testo EVT3)

L’Attivismo Spirituale non è passivo. Non mancano programmi degni e caritatevoli che aiutano la gente in modi molto tangibili con cibo, acqua, istruzione e salvaguardia della dignità umana. Scoprirete che se seguite questo sentiero sarete attratti dalle condizioni concrete e pressanti di milioni di persone e animali su questo pianeta. Ci sono necessità immense, quasi a ogni angolo.

L’idea che l’attivismo spirituale sia puramente un’attività mentale è un fraintendimento. Questo scritto cerca di verbalizzare i punti di base dell’attivismo spirituale e come serva alla necessità fondamentale della nostra famiglia umana di riconnettersi allo Spirito senza la polarizzazione dei condizionamenti religiosi, politici, educativi o sociali; analizzare le tematiche che il nostro pianeta ha davanti a sé è un modo che avete per radicare la pratica nelle attività del mondo reale.

Le sfide maggiori che l’umanità si trova di fronte oggi sono a livello mondiale e quindi ci influenzano tutti. Vengono di solito espresse con termini come cambiamento climatico, carenza di acqua potabile, povertà, dipendenza da carburanti fossili e sovrappopolazione. Questo scritto suggerisce che queste manifestazioni sono la conseguenza di una questione più profonda e sottile, cioè che noi siamo scollegati e viviamo nei nostri vecchi paradigmi mentali di polarità e separazione.

Se ci sposteremo verso l’autentico sé che si esprime attraverso le sei virtù del cuore e che vede l’Universo attraverso le quattro prospettive del Centro Spirituale, incoraggeremo la specie umana, una persona alla volta, ad andare verso la stessa direzione. Mi rendo conto che questo sembra un processo lento e tedioso, ma pensate ad esso come a una valanga. Una zona si copre di neve nel corso dei mesi e infine, una volta raggiunta la massa critica, la più leggera vibrazione è in grado di produrre una reazione a catena che — nel breve spazio di un attimo — libera l’energia immagazzinata trasformando il panorama.

Ognuno di voi è quella “più leggera vibrazione”. Ognuno di voi è parte della trasformazione che ci sarà. La nostra esperienza a livello del Centro Spirituale si preoccupa del compimento, della totalità, dell’unione, percependo che questo nucleo è in tutti ovunque. La vibrazione della Sorgente, fluendo attraverso il Centro Spirituale, facilitata e guidata attraverso lo strumento umano, aggiunge una nuova dimensione alla comunicazione e all’espressione umana.

Questa nuova dimensione è la più leggera vibrazione.

Vivete questa nuova dimensione e immaginate di essere voi la più leggera vibrazione. La trasformazione che tutti cerchiamo è in arrivo, ma la strada non è né facile né diritta, ed è per questo che dobbiamo vivere nell’espressione del cuore e andare insieme. La meschinità della separazione e i drammi dell’ego saranno eclissati dalla realtà di questa trasformazione. È adesso il tempo di aprire il sentiero al vostro Centro Spirituale e di ancorare questa conoscenza nel vostro cuore e nelle vostre azioni.

La vibrazione dell’essere quantico è omnicomprensiva. La comprensione relativa è sequenziale; vi rallenta in distinti gradini cognitivi di comprensione che vanno edificandosi uno sull’altro. La cognizione vibrazionale, o realizzazione, è come una valanga, vi libera dentro. È trascendente, unificata e, quindi, non collegata alla separazione o alla sequenza.

Secondo la maggior parte delle comunità per l’illuminazione il diagramma che segue rappresenta alcune delle tematiche che ci troviamo di fronte; non tutte sono reali, ma non di meno rimbalzano in internet, libri, televisione e film. In quanto fonti di preoccupazione ci invadono e, a vari gradi, ci infettano con stress e ansia. Sono le “mura” che sentiamo crollarci addosso che si aggiungono al senso di compressione del tempo nella nostra vita e alla crescente sensazione di “disastro”, o rovina, inevitabile.

La conseguenza di questa paura è quella di “rivolgersi” a un Salvatore, a qualcuno o qualcosa che salvi l’umanità da se stessa. Esiste un salvatore che sta emergendo nell’umanità: è il Centro Spirituale Collettivo che fluisce da un numero sufficiente di strumenti umani che affiderà la traiettoria dell’umanità a un nuovo corso tracciato dal tono di uguaglianza, la sfera regale del nostro stato di connessione, e dal senso di sicurezza del nostro cuore collettivo.

Con il passare del tempo, questi stressor* si accumulano lasciando il loro “deposito” energetico nello strumento umano e iniziano ad ostruire il flusso di energia nel regno fisico, emozionale e mentale. Se seguirete le tecniche presenti in questo scritto, troverete dei metodi semplici per liberare queste ostruzioni ed espandere l’ampiezza di banda tra il corpo fisico e il Centro Spirituale, e tutto ciò che sta nel mezzo.

Non si tratta di un esercizio mentale o di una solenne promessa che accogliete per poi andarvene per i fatti vostri come nulla fosse, giustificando l’ipocrisia di credere una cosa e farne un’altra.

L’autenticità e l’intelligenza comportamentale sono la parola d’ordine di questa nuova era. Sono il cesello nella vostra mano e senza questo cesello voi siete degli spettatori nello stadio dell’élite. Vi prego, abbiatelo a cuore. Tutto dipende da questo.

Dal mio mondo al vostro

James

– – – – – – – – – – –

Testo completo: EVT3, Il Tempio dell’Attivismo Spirituale

Testo originale: https://www.wingmakers.com/6-heart-virtues/the-temple-of-spiritual-activism/

Vedi anche: La comunità quantica

Pubblicato in Comunità, EventTemples, Tecniche dei WM