Totalità (estratto dal Commento al Manifesto del Sovereign Integral, 2013) – John Berges

TOTALITA’La coscienza Sovereign Integral può essere vista come la “colla” della connessione che unifica ognuno di noi nella Totalità.

  1. Le condizioni di pace, bellezza, amore e sicurezza sono semplici indicazioni per la Totalità, come lo sono le loro controparti.
  2. Vivere nella Prospettiva di Totalità è valutare tutte le cose come esse sono e portare testimonianza all’unità della loro espressione.
  3. Nessun essere ha bisogno di altra conoscenza se non quella della propria unica Prospettiva di Totalità.
  4. La perfezione è un concetto frainteso della Totalità.
  5. La Sorgente Primaria trascende la Totalità.

Le prime due affermazioni sono probabilmente le più difficili da manifestare in termini pratici, dato che stiamo vivendo in uno dei momenti più polarizzati della storia. Sia in ambito religioso, politico e culturale, che fisico, emotivo e mentale, prevalgono i conflitti. Di conseguenza, pace, bellezza, amore e sicurezza si trovano contrapposte a guerra, orrore, odio e incertezza – mentre dogmi, credenze, egoismo e ignoranza attizzano le fiamme della polarizzazione.

Per quanto possa sembrare paradossale, osservare le polarità del mondo da una prospettiva di totalità espande ed eleva la nostra visione del mondo verso il livello del Sovereign Integral. Da questa prospettiva della coscienza, vediamo il mondo attraverso una lente più ampia. Da questo stato di consapevolezza vediamo il campo di battaglia del conflitto globale in un quadro più grande. Un’analogia è come l’Entità vede ognuna delle sue incarnazioni, e tutti i conflitti, come un metaforico capitolo del suo libro. Afferra il piano più ampio e il dettaglio dello schema che ha creato. Questo è il tema e la trama della storia, e l’Entità può scrivere altri libri.

Spostandoci a livello collettivo, l’attuale capitolo di conflitto globale può essere compreso in termini psicologici come il condensarsi del lato ombra dell’umanità alla luce della nostra consapevolezza. L’ombra è quella parte dell’ego che contiene conflitti troppo problematici per essere affrontati coscientemente. Di conseguenza, questi conflitti vengono repressi e immagazzinati nel nostro sub-conscio. A costo di forzare troppo questa analogia, il “terapista” che facilita tale enorme e complessa condizione potrebbe essere pensato come la coscienza collettiva dell’umanità, che scrive la sua storia della specie umana del pianeta Terra nella sua fase evolutiva pre-Gran Portale.

A micro-livello individuale, molte delle nostre ansie e degli stress che emergono sono manifestazioni di conflitti subconsci irrisolti. Fintanto che non saranno svelati e portati a riconoscimento, la nostra salute fisica e mentale soffrirà e si deteriorerà.

Questa stessa idea generale si applica alla disarmonia globale. Rabbia repressa, rancore irrisolto, odio e indifferenza tra gruppi e nazioni, devono essere risolti prima di poter essere eliminati o, come minimo, essere riconosciuti e rispettati da tutte le parti. L’unico modo per farlo è riconoscere la loro esistenza e lavorare al fine di neutralizzarli.

Dal punto di vista della prospettiva di totalità di questo più ampio quadro, è possibile vedere il mondo con le sue fazioni belligeranti come una continua terapia psicologica. Il processo implica risolvere i conflitti e riordinare la società secondo un modello che rispetti l’aspetto sovrano dell’individualità e l’integrale necessità della cooperazione globale. Questo riequilibrio delle differenze individuali e di gruppo potrebbe essere osservato come l’apparizione del Sovereign Integral collettivo dell’umanità. E forse questo è ciò che il Gran Portale rivelerà.

Il punto 3. si inserisce nella trattazione dei primi due punti anteponendo l’acquisizione della Prospettiva di Totalità alle acquisizioni della conoscenza. La nostra conoscenza non ci salverà fintanto che osserveremo il mondo nella dualità della polarizzazione. (Questo punto di vista lo si trova nel romanzo Ancient Arrow Project quando i WingMakers dicono che le nostre tecnologie non ci salveranno dagli Animus.) I conflitti continueranno e la conoscenza – insieme alle sue innovazioni tecnologiche – sarà molto probabilmente usata per l’industria degli armamenti. La capacità di uscire dalla prospettiva separativa dell’ego-personalità per entrare nella Prospettiva di Totalità del Sovereign Integral è la chiave per acquisire la conoscenza della realtà al di là della limitata realtà del mondo legato al tempo che attualmente abitiamo.

S’intenderà così una società perfetta? Non secondo il punto 4., che ci dice di non confondere la totalità con la perfezione. Potremmo vedere una condizione, per esempio la pace nel mondo, come creatrice di una società perfetta, ma questo non significa necessariamente che ciò sia totalità. Questo è così poiché lo Schema di Esplorazione ci indirizzerà continuamente verso nuove scoperte, e forse anche verso nuovi conflitti con altre culture che potremmo incontrare esplorando le dimensioni del multiverso. La conoscenza che otteniamo da queste scoperte, anche da una prospettiva di totalità, può ben esporci a ri-valutare le imperfezioni della nostra stessa cultura alla luce delle nuove scoperte. Queste imperfezioni sono in realtà nuovi e più estesi contesti di incompletezza e, di conseguenza, di una stima non così perfetta della nostra cultura quando viene paragonata ad altre più antiche e più evolute.

Infine, la conclusione è che la Sorgente Primaria esiste al di là del nostro concetto di totalità, che sembra comprendere la stessa Prospettiva di Totalità. Fondamentalmente, ciò significa che ogni cosa creata dalla Sorgente Primaria esiste come Sua forma manifestata, anche nelle dimensioni di non-tempo-spazio. Questa idea è grossomodo similare al Sovereign Integral che esteriorizza uno Strumento Umano costituito dalle sue componenti multidimensionali. Il Sovereign Integral, in questo caso, trascende la totalità dello Strumento Umano. Lo Strumento Umano è una totalità solo relativamente a se stesso, ma il Sovereign Integral trascende questa totalità, ed esiste prima ancora delle forme che manifesta nel multiverso.

Per quanto possiamo dire, ciò è vero per la Sorgente Primaria. Come hanno insegnato i Pitagorici e altri filosofi greci, il numero “uno” non indica una singolarità divina o un Creatore, ma è solo la prima manifestazione di un Creatore. In modo simile, la trinità divina induista – Brahma, Vishnù e Shiva – sono l’emanazione manifestata di un Essere trascendente esistente prima di questi tre aspetti. Lo stesso è vero per la Sorgente Primaria. La totalità di tutta la vita, come multiverso autonomo, è una proiezione della Sorgente Primaria che esiste prima di ogni concezione di totalità, unità, unione (oneness) o qualunque altro termine possiamo concepire.–––

– Estratto da: Commento al Manifesto del Sovereign Integral, John Berges (Collected Works of WM, vol. 1 – 2013)

Fonte originale: https://wingmakers.com/writings/manifestoofthesovereignintegral/

Pubblicato in Filosofia (e Glossario), Memo, Sovereign Integral, WM2014 | Commenti disabilitati su Totalità (estratto dal Commento al Manifesto del Sovereign Integral, 2013) – John Berges

Gli spiriti di tutta carne … – Passaggi Segreti (WM2008)

–– Estratto da Passaggi Segreti, Filosofia Camera Sei (WM2008) –– James Mahu Visual Art@1998-2022 WingMakers LLC – https://it.pinterest.jamesmahu

Pubblicato in Passaggi Segreti, WM2008 | Commenti disabilitati su Gli spiriti di tutta carne … – Passaggi Segreti (WM2008)

Introduzione al Progetto EventTemples (T) (2007)

Sito EventTtemples bINTRODUZIONE AL PROGETTO EVENT TEMPLES

Questa introduzione è la trascrizione di un’intervista a James, il creatore visionario dei siti EventTemples.com, WingMakers.com e Lyricus.org. Intervista fatta da Sarah De Rosnay il 23 aprile 2007, nello stato di New York.

 – – – – – – – – – – – – – – –

SarahQual è l’obiettivo del sito EventTemples ?

James: Dato che viviamo in una dimensione di materia-sostanza fisica che fluttua nel tempo e nello spazio, la maggior parte di noi si è abituata a un’illusione che ci inganna, nello specifico che ciò che è fisico o materiale sia la nostra unica realtà, o per lo meno l’unica che ci riguarda.

Tutto ciò che esiste nel regno fisico è in realtà una metafora del suo equivalente energetico. Così noi viviamo in un mondo di metafore e di meta-forme. Anche gli Event Temples sono una metafora, il promemoria che una realtà energetica e ben più profonda ci modella, ci sostiene e ci connette, e che noi – se lo scegliamo – possiamo accedere a questa più profonda realtà e renderla viva nella nostra vita.

Ma per rispondere in modo più diretto alla sua domanda, l’obiettivo degli Event Temples è di dimostrare che noi siamo in grado di connetterci a livello energetico come una comunità coerente e che, tramite sessioni orchestrate e sincronizzate nel tempo, possiamo inviare le qualità collettive delle nostre virtù del cuore a un evento e alle persone coinvolte che soffrono e hanno bisogno di un sostegno energetico proprio come necessitano di sostegno fisico o materiale.

Sarah: Sembra che di questi tempi salvare la Terra, o aiutare a proteggere la Terra, sia l’idea chiave che aggrega le persone. Come si collega la missione di salvare e proteggere la Terra collegarsi agli Event Temples, nel caso così fosse?

James:  Apprezzo che le persone sentano spontaneamente di salvaguardare la Terra, e sono in molti ora a notare questo iper-consumismo e come esso abbia abbassato la qualità del nostro ecosistema. Ma la Terra non è una delicata e fragile cosa. E non è neppure separata da noi energeticamente. Noi siamo tutti connessi, ed è per questa interconnessione e per la super-resilienza della Terra che gli Event Temples si focalizzeranno energeticamente a sostenere soprattutto e principalmente le persone.

L’idea è quella di lavorare con i livelli più profondi del nostro sé individuale, con ciò che alcuni chiamerebbero la maestria emozionale di sé. Questo è l’elemento di base espresso al meglio quando la persona vive dal proprio cuore, esprimendo le sei virtù del cuore energeticamente, emotivamente e fisicamente con il proprio comportamento.

Non è il focus degli Event Temples far parte di un movimento di salvezza e protezione della Terra, anche se la Terra ne trarrà altrettanto beneficio se un numero sufficiente di persone vivrà dal proprio cuore.

Sarah: In che modo le persone ne beneficeranno?

James: Lo scritto elettronico “Vivere dal Cuore” lo chiarisce molto bene. Vorrei invitare le persone a leggere questo scritto – anche parecchie volte – e ad assimilare il significato che sta dietro alle parole.

Partecipando a una sessione di Event Temple, la persona sarà condotta in una “sala d’attesa” dove potrà conoscere o-obiettivo. Diciamo, per esempio, che l’evento si focalizzi sui campi del Darfur e lo stato di deprivazione in cui i profughi vivono. I partecipanti “usciranno” dalla sala d’attesa nello stesso momento, a prescindere dal loro fuso orario, ed entreranno in un tempio virtuale come una comunità. In questo tempio, un’animazione orchestrerà l’energia dei partecipanti riuniti e dirigerà questa energia di luce verso coloro che sono connessi (entangled) all’evento-obiettivo

Il beneficio che i partecipanti otterranno dall’esperienza sarà quello di imparare come accendere e dirigere le energetiche del loro cuore al fine di sostenere i loro fratelli e le loro sorelle, a prescindere da dove si trovino sul pianeta. Questa è la base di ciò che io chiamo comunità quantiche: i partecipanti proveranno una potente connessione con il loro spirito interiore, con quello degli altri partecipanti e quello delle persone che stanno sostenendo energeticamente.

Non si tratta di un unico evento focalizzato su un solo soggetto. Gli Event Temples risponderanno ad avvenimenti passati, presenti e anche futuri o prossimi, in specifiche aree geografiche del paese. Ci saranno sessioni quasi giornaliere che le persone potranno programmare e partecipare. Questa è una pratica che crea un impulso (momentum) sul tempo, e questo impulso (momentum) può creare dei cambiamenti profondi e positivi.

Sarah: Ho capito che le sei virtù del cuore sono la chiave di questa intera esperienza. Può parlarcene e dirci e da dove vengono?

James: Le sei virtù del cuore sono: apprezzamento, compassione, perdono, umiltà, comprensione e ardimento. Negli insegnamenti del Lyricus sono i comportamenti fondamentali che si chiede a uno studente di studiare e di esprimere sia energeticamente che con il proprio comportamento. Nello scritto “Vivere dal Cuore” sono descritti in dettaglio e vengono suggerite diverse pratiche o tecniche finalizzate ad ancorarli nei comportamenti dello studente.

Il sito Event Temples offrirà gratuitamente un sistema di monitoraggio interattivo che aiuterà gli utenti a monitorare e valutare i propri progressi nell’applicazione delle sei virtù del cuore nella loro vita quotidiana.

Le sei virtù del cuore possono essere intrecciate insieme o espresse in gruppi e/o in sequenze. C’è un’artisticità nell’espressione dei comportamenti e il praticante ne diverrà col tempo progressivamente sempre più consapevole.

Sarah: Qual è la sua visione per il sito EventTemples.com?

James: Sul pianeta sta emergendo una nuova psicologia, mi riferisco a una psicologia positiva, che si focalizza sullo studio della resilienza e della forza emozionale dell’uomo. Gli psicologi stanno iniziando a rendersi conto, per esempio, che è più importante capire come alcune persone abbiano spontaneamente superato la depressione invece che studiare la psicopatologia della depressione stessa.

I serbatoi di resilienza e di forza emozionale sono sottoprodotti della maestria emozionale di sé, la capacità di esprimere le sei virtù del cuore e di vivere in un circolo virtuoso invece che in un circolo vizioso. La capacità di alimentare un circolo virtuoso con l’espressioni energetica e comportamentale delle sei virtù del cuore è equivalente a una presa di coscienza (empowerment).

La mia visione per il sito EventTemples.com è che aiuti le persone a realizzare un empowerment a un nuovo livello e, partendo da qui, permettere loro di sostenere individualmente e collettivamente le persone nel mondo grazie a dei transfer energetici provenienti da gruppi sempre più grandi di comunità quantiche.

Sarah: Non è un modo per sostituire la donazione di tempo e denaro a delle giuste cause?

James:  No. Questo è un’aggiunta al modello attuale di donare denaro, energia e tempo a fondazioni e organizzazioni caritatevoli e a chi è svantaggiato nel nostro villaggio globale. C’è una grande necessità per la nostra famiglia umana di affrontare le difficoltà date da sovrappopolazione, distribuzione di cibo e acqua, calamità atmosferiche, disastri naturali, guerre e dalla grande divisione dell’incomprensione religiosa, culturale e razziale.

Ciascuno di noi, a suo modo, deve contribuire. Gli Event Temples offrono alle persone un modo per imparare la maestria sulle proprie emozioni, praticare le sei virtù del cuore, monitorare il proprio progresso, dare un contributo con le qualità del proprio cuore energetico a specifici eventi e alle persone coinvolte, e contribuire con le proprie idee e la propria esperienza all’evoluzione della comunità.

Tutti sono incoraggiati a contribuire in modo utile ai punti caldi di calamità e di disordine nel momento in cui sorgono. Per alcuni gli Event Temples saranno troppo astratti e poco concreti, per altri richiederà troppo lavoro interiore, ma molti stanno cercando una comunità che incoraggi la maturità emozionale e la maestria di sé non come insegnamento, bensì come pratica. Qualcosa che loro possono fare e di cui far parte ogni giorno della loro vita.

È questo che definisce una vita ricca di significato, e questo è ciò che noi chiediamo per vivere il nostro scopo come esseri spirituali in un corpo umano.

Sarah: Come si collega tutto questo con i suoi progetti precedenti, WingMakers e Lyricus?

James: Sto tracciando un sentiero in una landa selvaggia, e se da una parte molte persone si fanno domande sulle radici e i fondamenti del mio lavoro, io sono più interessato alla destinazione del sentiero. Vede, la meta ultima è l’irrefutabile scoperta scientifica dell’anima umana e come tutti siamo interconnessi, indipendentemente dal tempo e dallo spazio, o dalla razza e dal colore, dal sesso e dall’età.

Tutti i miei lavori puntano a questa destinazione, ma il sentiero è stato ora esteso alle comunità quantiche che possono svilupparsi in potenti forze intenzionali, compresa la destinazione di cui ho appena parlato.

Sarah: Quando sarà lanciato il sito EventTemples.com?

James: Stiamo costruendo un grattacielo e sarà lanciato in diverse fasi. La prima fase introdurrà e farà conoscere il progetto, dando l’idea di quello che verrà ma, soprattutto, definirà le fondamenta del progetto tramite lo scritto “Vivere dal Cuore”. Questo avverrà nell’estate del 2007. La fase successiva avverrà circa dopo tre mesi dal lancio iniziale, e includerà il primo Event Temple, un sistema di monitoraggio e i forum per la comunità. Dopo di che, si lancerà un nuovo Event Temple ogni 3-4 mesi circa. Tuttavia ci sono molti fattori che potrebbero accelerare o rallentare questo progetto, quindi le date che le ho fornito sono solo indicative.

Sarah:  Grazie per avermi illustrato alcuni dettagli di questo progetto. Le auguro ogni successo! Vuole aggiungere dell’altro?

James: Grazie. Se dovesse esserci solo una cosa da comunicare a ciascuno di voi che leggete questo, vi inviterei semplicemente a dedicare del tempo allo studio dello scritto “Vivere dal Cuore”. Vi aiuterà ad apprendere come modificare a richiesta il vostro stato emozionale e a incarnare le connessioni più profonde del vostro cuore. Questo non è il manifesto finale della propria maestria emozionale ma è, piuttosto, un testo introduttivo o un catalizzatore per iniziare a praticare coscientemente e coscienziosamente. È stato scritto per coloro che hanno bisogno di un promemoria al momento giusto, di una piccola spinta che stimoli a intraprendere una nuova traiettoria verso una vita più ricca di significato.

In attesa del vostro contributo alla comunità,

dal mio mondo al vostro,

James

– – – – – – – – – – –

Testo originale  – EVT – Project Introduction – presente nel sito EventTemples.com 2007

Pubblicato in Comunità Quantica, EventTemples, Gruppi di Studio, James, Memo, Pagine, WM Tecniche | Commenti disabilitati su Introduzione al Progetto EventTemples (T) (2007)

Visione tentatrice – Poesia Ancient Arrow Camera 2 (con audio)

Visione tentatrice
(Ancient Arrow – Camera 2)

Una visione tentatrice mi ha circondato come
l’ombra insistente di un sogno assopito.
Che sia la potente luce dello scopo?
Se strizzo gli occhi con tutte le mie forze potrei vederla.
Deve essere dentro di me sempre
come un pesce pilota inseparabile dal suo ospite.
Beve impavida la mia essenza.
Un gusto talmente amaro, rifletto.
Sputalo sul tuo tavolo di perfezione.                           Paragona questo granello di sabbia con la tua galassia. Questo pinnacolo di dolore con il tuo occhio più profondo. Se la mia mente insensibile può vederti,                                                                                      non ci sono ingerenze.                                                                                                                Nessun sentiero si allontana.                                                                                          Convergenza.

Io sono uno scassinatore.
Uno scavatore di tunnel.
Un tagliatore di recinti di malvagi osservatori.
Un viaggiatore che ha cercato
il mistero che tutti elude tranne i fuorilegge.
Gli sciocchi di scopo dagli occhi selvaggi e implacabili
che restano fuori dal laboratorio di un volo senza ali.

Tu sei l’eterno Osservatore
che vive dietro il velame di forma e comprensione,
che estrae la saggezza del tempo dal pozzo dei pianeti.
Getti il tuo incantesimo attirando tutto ciò che io sono.
Sono io soltanto un frammento del tuo mondo?
Una memoria celata dal tempo?
Un dito della tua mano guidato da una mente
cui la pelle non è familiare?
Toccati e mi percepirai.
Visioni folli d’amore.
Splendore che richiama come un segreto sussurro di gioia
propagato nel vento da una voce infinita.
Il suono di tutte le cose unificate.
Io sono parte di quel suono.
Parte di quella voce.
Parte di quel segreto sussurro di gioia.

Questa limitazione deve finire in lucida carne.
Il sogno di scintille che s’innalzano
ravvivando il barlume della speranza.
Evita il marchio della passività
che i segni lamentano.
Eludi la manipolazione prima di esserne macchiato.
Disdegna tutte le formule scrivendo nuove equazioni
in un linguaggio di sabbia.
Non prestare ascolto a nessuno
e neppure ascolta la seduzione dei sacri simboli
stando in piedi davanti alle vetrine della verità.
Definisci con una lingua straniera.

Queste sono le chiavi consunte
che mi hanno condotto a porte sbloccate.
Porte che crollano a un solo fiato
e dietro le quali
 altri pezzi giacciono da raccogliere per il Sacro Serraglio.
L’enigma senza fine.

Tutte le stelle in cielo
richiamano lo scopo della tua sacra luce.
Crea un buco negli strati.
Strappa via ogni beffa.
Ingiungi ai poteri
di rispondere a questa chiamata:
Portate la luminosa visione
celata dietro le vorticose particelle
del Cartografo.

Che entri in me
come un raggio di luce entra
nella profondità di una caverna.
Antichi fuochi ardono ancora in queste profondità.
Chi si occupa di loro?
Quali occhi stanno guardando?
Attendendo.
Attendendo che sbocci il fiore del tempo.
Per immergersi nell’incessante sottigliezza
che si muove oltre la mia portata
con la circospezione di un giaguaro.
Per sognare antiche vie
che saltano oltre il tempo,
lasciandosi dietro l’enigma da noi operato.

O visione tentatrice,
tu rubi la mia fame di luce umana.
Se c’è ancora qualcosa da scavare,
che sia io.
Se c’è ancora qualcosa da ingabbiare,
che corra libero.
Se c’è ancora qualcosa da sognare,
che sia la nostra unione.

* * * * * * * * * * *

Originale: Temptress Visionhttps://wingmakers.com/writings/poetry-ancient-arrow/

Visione tentatrice.pdf 

– – – – – – – – – – –

Pubblicato in Poesia | Commenti disabilitati su Visione tentatrice – Poesia Ancient Arrow Camera 2 (con audio)

SI_JM 2022 (nuova sezione) – Comunicazione

All’inizio del 2022 è stato aggiornato il sito Sovereign Integral e lanciato il sito di James Mahu.

In questa sezione saranno raccolte le traduzioni delle relative pagine internet, rimandando ai siti originali per ogni altro contenuto visivo e musicale.

* * * * * * * * * * *

Pubblicato in Comunicazioni, SI_JM2022 | Commenti disabilitati su SI_JM 2022 (nuova sezione) – Comunicazione