Dichiarazione dell’Artista, James Mahu (WM20)

Dichiarazione dell’Artista, James Mahu (WM20) Pubblicazione: 2020 – Traduzione: 2021

L’arte dei WingMakers esprime un’impercettibile sfera di esperienza. In un certo senso, è meglio vedere l’intero corpo dell’opera come un viaggio come una forma di metamorfosi: il movimento da una coscienza animale programmata alla coscienza di Sovranità Integrale.

Avendo lavorato con Joseph Campbell (professore di mitologia) e studiato sotto Richard Pousette-Dart (uno dei fondatori del movimento dell’Espressionismo Astratto), mi resi conto che il mio lavoro doveva abbracciare una produzione mitologica e non soltanto grafica dell’arte visiva. Questa intuizione mi portò all’inevitabile conclusione che l’arte, almeno nel mio caso, dovesse diventare una componente di qualcosa di più ampio.

Nel 1982, per puro caso, ho inventato un processo che usa quattro strati distinti di mescole di materiali e iniziai a sviluppare il linguaggio interiore dell’inconscio collettivo in temi, soggetti, tavolozze, pittogrammi, musica e parole. Stilisticamente – dal punto di vista visivo – il mio lavoro è l’incontro di surrealismo astratto e realismo magico.

Il mezzo che utilizzo è più collegato al disegno che non alla pittura, e tendo a preferire dei grandi cartoni da pittura piuttosto che la tela. La maggior parte delle mie opere è intuitiva (self-driven) e il suo stile condivide delle similarità con Georgia O’Keeffe e Hilma Af Klint. Dal punto di vista del contenuto è difficile attribuire una categoria al mio lavoro per via dell’influenza che proviene da tre discipline: la fisica quantistica, la coscienza e il misticismo.

Avendo studiato queste tre discipline tra loro interrelate per la maggior parte della mia vita, ho scoperto che queste tre tematiche sono molto complementari e anche, come triade, tristemente sottosviluppate nella comunità artistica. Da una prospettiva puramente estetica, essere capace di esprimere questi elementi con armonia e bellezza rappresenta, per me, la maggior sfida dell’aspirazione artistica. (segue nel pdf)

Questa voce è stata pubblicata in James, WM–2020. Contrassegna il permalink.