Comportamenti insertivi e resistivi (estratto dalla Quinta Intervista al dr. Jamisson Neruda)

Dr. Neruda – Ogni essere individuale è responsabile di questo. Dio o la Sorgente Intelligenza non scenderà dai cieli a raddrizzare gli errori dell’umanità o gli ostacoli. Gli umani devono assumersene la responsabilità.

Sarah – Ma come? Siamo avvolti in così tanti strati di menzogne…

Dr. Neruda – Non è facile. I WingMakers parlano delle virtù del cuore come del costrutto comportamentale per questo tempo, e di come queste parole possano essere applicate e vissute, non soltanto tenute a mente come dei bei concetti.

Sarah – Non mi pare che ne abbia parlato prima. Quali sono?

Dr. Neruda – Apprezzamento o gratitudine, compassione, umiltà, perdono, comprensione, ardimento o coraggio. È l’unione dell’istante presente (nowness) – l’essere nell’adesso – con l’applicazione di quelle parole nel nostro comportamento. È l’essere impeccabile in questa pratica.

Sarah – Che cosa succede quando lo si fa?

Dr. Neruda – La mente inconscia è la porta d’accesso per tutti gli esseri. Questi comportamenti vanno a tutti gli esseri. Sostengono l’edificazione del Network di Sovranità Integrale Umano 3.0 che sostituisce la coscienza di separazione dell’Umano 2.0. Quindi si tratta di mettere in pratica un comportamento insertivo, vale a dire che inserirò questi comportamenti nel mio momento presente. Diventeranno la tavolozza della mia scelta comportamentale.

L’altra metà di questa equazione sono i comportamenti resistivi, e questi frenano e bloccano i comportamenti che sostengono la separazione e l’inganno. Si tratta di resistenze attive che dicono “no” ai propri stessi comportamenti o a quelli degli altri, senza giudizio.

Ripeto, sia che si operi nella modalità di comportamento insertivo o resistivo, si sta influenzando l’intero. O si sostiene l’unità (oneness) e l’eguaglianza, l’IO SONO NOI SIAMO, o si sostiene la separazione e l’inganno, conosciuto nella nostra realtà come lo status quo.

Il punto di partenza di un comportamento o espressione è nell’adesso. Questo è il centro nervoso creativo. Ogni singolo adesso è un potenziale che sostiene l’unità (oneness) e l’eguaglianza in questo mondo e aiuta la nascita dell’Umano 3.0 e del Network di Sovranità Integrale.

Estratto da: La Quinta Intervista al dr. Jamisson Neruda

Questa voce è stata pubblicata in Interviste al dr. Neruda. Contrassegna il permalink.