La via per interagire con l’Universo (estratto dall’Intervista a James, aprile 2013)

Permettimi di essere chiaro su una cosa. Ho fatto riferimento a persone che credono nell’ateismo o nel nichilismo, ma non sto dicendo che queste persone operino con un cuore debole e la mente inferiore. Possono credere che Dio non esista e che l’Universo sia insensibile, ma continuare ad agire dalla mente superiore e dal profondo del cuore. Allo stesso modo, potrebbe esserci qualcuno che crede profondamente in Dio e nell’anima ma opera con un cuore debole e la mente inferiore.

I sistemi di credo non sono i catalizzatori dell’intelligenza comportamentale [1]. Possono essere un fattore, ma non il fattore. Come ho detto prima, noi viviamo in complessi mondi multidimensionali, e un singolo fattore non detta o governa… può solo influenzare. È facile pensare che il sacro e il profano siano polarità opposte, ma in realtà sono elementi della medesima esperienza di elevazione della propria consapevolezza al fine di incorporare i comportamenti virtuosi nella nostra vita… a prescindere dal nostro sistema di credo, o da come professiamo la nostra adorazione a Dio oppure prestiamo attenzione al benessere della nostra anima… non sono queste le chiavi. La chiave è, ed è sempre stata, l’intelligenza comportamentale.

L’intelligenza comportamentale è la via per interagire con l’Universo. Non è l’unico modo, è il modo avanzato. Tutti hanno il potenziale di sperimentare questa interazione. Alla maggior parte delle persone è stato insegnato che l’universo è l’espandersi buio e senza vita di uno spazio vuoto. Ciò è un prodotto dell’ignoranza. Anche le nostre menti più capaci riescono a individuare soltanto circa il 2% circa del nostro universo fisico, il resto è materia oscura ed energia oscura, e non capiscono cosa siano, come agiscano, da dove vengano e altro che non siano le loro caratteristiche gravitazionali; resta un completo e profondo mistero.

Io vedo la cosa in questo modo: la Sorgente Primaria o Dio o Creatore o Universo, in qual modo LO si voglia pensare, trasmette la SUA energia intelligente a tutto ciò che è, come Sorgente Intelligenza o Spirito. Questo Spirito è ovunque, ciascuno di noi compreso. Scorre attraverso di noi; è dinamico, sempre in continuo cambiamento, ha la capacità di risponderci proprio come noi rispondiamo a LUI. In altre parole, è interattivo. Quando giochiamo a un gioco interattivo sul Nintendo, o sul nostro computer o lo smartphone, stiamo interagendo con il progetto del gioco nella speranza di raggiungere i checkpoint e continuare la sfida ai livelli superiori, completare il gioco e ottenere un alto punteggio.

L’interazione con la Sorgente Intelligenza è differente. Non si tratta di punteggi alti e di terminare il gioco. Si tratta di scoprire il modo di aumentare la consapevolezza dentro di sé così da poter creare ed esprimere le virtù del cuore nella propria vita incondizionatamente. Potete modularle controllandole. Potete combinarle insieme e metterle in sequenza a seconda delle specifiche situazioni, man mano che si presentano. Potete portare la vostra mente superiore e il profondo del vostro cuore allineandoli al servizio della Sorgente Intelligenza, e farlo coscientemente, volontariamente, con attenzione e autenticità.

È questa l’interazione che si ha con l’Universo; e imparerete, nel corso del tempo e man mano che praticherete, che l’Universo ascolta, risponde, si ri-adatta… Non intendo questo in senso letterale, ma la manifestazione dell’Universo, in quanto pertinente al vostro Universo Locale, non è un giocattolo meccanico con la chiavetta di ricarica che persegue la sua missione imperturbato dal campo di coscienza di un singolo essere umano. È proprio l’opposto. Il campo umano – sia individualmente che collettivamente – modella l’espressione dell’Universo sulla Terra.

Non intendo la posizione delle stelle e dei pianeti, o i sistemi climatici, ecc. Intendo i particolari di chi viene o già c’è nella vostra vita, nel vostro lavoro, nella vostra missione, nelle vostre interazioni emozionali con le persone, in ciò che leggete e studiate. Tutte queste cose… tanto per citarne alcune… fanno parte della natura complessa di come l’Universo risponde al vostro campo… ciò che voi esprimete attraverso lo strumento umano.

In un certo modo, volendolo umanizzare, si potrebbe dire che voi e Dio siete partner. Più date valore a questa partnership, più sentite e vedete i risultati dell’interazione.

– Estratto da: Intervista a James Mahu, aprile 2013

– – – – – – –

[1]  La saggezza comportamentale, dal Blog di James

Vedi anche: Discorso del Lyricus n. 4, La relazione con l’Universo  e   Filosofia Camera Uno, La relazione con l’Universo attraverso la gratitudine

Questa voce è stata pubblicata in Interviste a James, James. Contrassegna il permalink.