La Poesia dei WingMakers (E)

Gli estratti tematici hanno lo scopo di facilitare chi studia il Materiale dei WingMakers a collegare temi ed espressioni specifiche del linguaggio WM. Questi termini non sono spiegati in modo definitivo (neppure nel Glossario, qualora ne facessero parte), ma vengono presentati in più scritti e di vario genere. Questa “raccolta” intende permettere allo studioso di raggiungere più agevolmente le varie sfumature di significato, tuttavia non esime dalla lettura anche del contesto da cui sono stati tratti, in quanto fondamentale per il loro miglior inquadramento e intendimento.

– – – – – – – – – – – –

Sarah – La cosa è interessante. Tutte le cose – i dipinti, la musica, i manufatti e la filosofia – sono state messe una per ogni camera. Cosa pensa del fatto che abbiano messo due poesie per camera invece di una?

Dr. Neruda – Secondo me, è stato fatto per fornire una prospettiva più ampia del singolo tema rappresentato specificatamente in ogni camera. Le poesie sembrano progettate per fornire una prospettiva sia personale che universale di ognuna delle camere… ma per ora questa è solo un’ipotesi.

Sarah – Presumo, da quel che mi ha appena detto, che le poesie siano un po’ meno astratte se poste in relazione con la filosofia e i dipinti. Ha pensato a come le poesie si relazionano ai dipinti?

Dr. Neruda – Sì. E credo che le poesie e i dipinti siano più fortemente connessi tra loro rispetto a tutti gli altri oggetti delle camere. Penso che i dipinti illustrino in maniera molto sottile i temi rappresentati dalle poesie. In pratica, quando il dipinto rappresenta un insieme di oggetti astratti, la poesia è a sua volta più astratta. Quando il dipinto è più figurato la poesia è più simile alla prosa.

Sarah – Intende dire che le poesie racchiudono il significato centrale di ogni camera?

Dr. Neruda – Non ne sono sicuro, ma sembra che la poesia s’intrecci simbolicamente con il dipinto nella camera a cui è associata. Il problema è che la poesia è a tal punto interpretabile da essere impossibile conoscere con precisione qual è il tema a cui si riferisce. Inoltre, come ho già detto prima, la grammatica e la sintassi del loro linguaggio è molto differente dalla nostra, non terminano le frasi usando il punto.

In altre parole, se facessimo una traduzione alla lettera non ci sarebbe una struttura della frase… un accostamento sintattico logico… il che semplicemente significa che un linguaggio astratto scorrevole sarebbe molto difficile da comprendere per la maggioranza delle persone. Quando ho fatto la traduzione delle poesie, ho composto la struttura della frase frammentandone il significato in modo che potessero essere meglio comprese. Forse nel processo ho alterato non intenzionalmente il significato, ma era l’unico modo, altrimenti la poesia sarebbe stata troppo astratta per essere capita.

Sarah – C’è un collegamento tra la poesia e la filosofia di ogni camera?

Dr. Neruda – Io e il mio collega sentivamo che tutti gli oggetti all’interno di una specifica camera erano collegati… e in modi che probabilmente non sapremmo immaginare. Temevamo sempre che gli indici di traduzione fossero in qualche modo imprecisi, e questo limitava la nostra capacità di vedere i collegamenti tra i vari oggetti. E certamente la connessione più intricata era quella con i manufatti tecnologici, perché non c’era modo di provare o raggiungere una qualche conclusione circa il loro scopo o funzione.

–Estratto da: La Seconda Intervista al dr. Jamisson Neruda

– – – – – – – – – –

Nota – In attesa di formare un unico documento, le Poesia sono raccolte nella sezione “Raccolte/Poesia

Questa voce è stata pubblicata in Estratti Tematici, Poesia. Contrassegna il permalink.