Anatomia della coscienza individualizzata (r. 2016)

Music-Hakomi-Chamber-3_03Anatomia della Coscienza Individualizzata (r. 2016)        Materiale associato alla musica Hakomi Project – Camera 3

Revisione traduzione: 2016

– – – – – – – – – –

La musica della Camera 3 del sito Hakomi è progettata per stimolarvi a praticare l’avventura e incoraggiarvi a espandere, e forse rivitalizzare, l’abitudine di sperimentare mentre s’interagisce con la vita.

La vita fornisce a ciascun individuo una serie incredibile di messaggi disorientanti. Vi si incoraggia ad essere “voi stessi” e, nello stesso tempo, siete costretti e formati – per quanto in modo sottile – a conformarvi alla struttura e alle norme della società. Vi si insegna la conoscenza terrena dell’umanità del passato, tuttavia vi si mantiene dis-informati sulle aree spirituali del prossimo futuro dell’umanità. Questi non sono che due esempi di come una persona sia influenzata a divenire obbediente all’ordine sociale del momento.

All’interno di questa naturale tensione di influenze contrastanti, messaggi confusi e imperativi sociali, vi è l’angoscia dell’individuo preso nella morsa di fare questo ma non quello. Questa uniformità imposta ottunde l’impulso a sperimentare la vita, e questa mancanza di sperimentazione trascina l’individuo a compiacere un percorso prestabilito di saggezza e dall’ambito limitato.

Vi è dentro di voi una voce che dice la verità ai potenti incurante delle conseguenze. Questa voce, nel linguaggio dei WingMakers, è l’Impronta Residua della Sovranità Integrale. È davvero una voce che è all’interno di ciascuno di voi e che, a vari gradi, viene udita dalla mente umana, se non dall’orecchio umano.

È questa voce ad essere connessa a quella parte di voi che è il “tutto di voi”. Nel Glossario dei WingMakers vi è la seguente definizione di questo aspetto di voi:

Impronta Residua

     “Lo strumento umano è il composto genetico di tre strutture separate ma correlate: la composizione fisica (corpo), le predisposizioni emozionali (profilo emozionale) e la configurazione mentale (generatore mente-pensiero). Questi tre aspetti dello strumento umano sono inesplicabilmente legati insieme tramite l’intricata e supremamente unica interfaccia del codice genetico e dell’esperienza di vita.

     “Nello strumento umano, ad agire quale suo animatore di valori creativi, vi è l’Impronta Residua della Sovranità Integrale. L’Impronta Residua è la musa o la struttura ispiratrice dello strumento umano per quanto riguarda l’individuo. È la voce profonda che stimola gli istinti più nobili e possenti e i moti più creatori dell’essere umano: creare atti di bontà che toccano l’anima umana in se stessi e negli altri.

     “È un’astrazione difficile da comprendere per gli umani condizionati dal tempo, ma la coscienza di Sovranità Integrale è la fusione della coscienza d’entità nei mondi di tempo-spazio. Tutte le espressioni e le esperienze dello strumento umano sono, collettivamente, depositate nello stato di coscienza di Sovranità Integrale ed è esattamente questo che si imprime sullo strumento umano dell’individuo.

     “L’Impronta Residua ha maggior rilevanza e influenza per coloro che hanno viaggiato nell’universo materiale in vari tempi, luoghi e corpi fisici. Per coloro che sono relativamente nuovi all’Universo di Tempo-Spazio, l’influenza dell’Impronta Residua manca di persistenza e viene facilmente sopraffatta dalla seduzione del potere, dalla paura e dall’avidità – l’apparato della sopravvivenza.

     “L’impronta della Sovranità Integrale è presente in ogni strumento umano e viene definita “residua” solo perché si trova nella dimensione di tempo e spazio. In realtà è il calco energetico conferito allo strumento umano dalla Sovranità Integrale. È precisamente questa energia che genera idee e ispirazioni, rendendo possibile alla voce di tutto ciò che voi siete di emergere nei mondi di tempo e spazio, mondi dentro i quali siete solo una particella del vostro essere totale.

     “L’Impronta Residua è spesso confusa con il Sé Superiore, o anima umana. Comprendere la distinzione, per quanto possa sembrare impercettibile, è fondamentale. Ci sono molti stati di coscienza separati, ma chiaramente integrati, che animano, osservano e si esprimono attraverso lo strumento umano. L’energia dell’Impronta Residua è generata dalla coscienza di Sovranità Integrale, filtrata dal Navigatore di Totalità e impressa nella mente, nelle emozioni e nel corpo fisico.

     “Dato che origina dalla Sovranità Integrale, questa energia impregna lo strumento umano con una molteplicità di idee, ideali e approcci a essere. Non è ostacolata dalle convenzioni o dalla struttura sociale. Non è inibita dalle intimidazioni. È esplicita nel suo sforzo d’instillare i diritti innati della sovranità esprimendosi con voce assennata e competente. Essa calibra il cammino dell’ascensione del veicolo mortale di un’anima rispetto agli atti di valori creatori, libera da ostacoli, dal ridicolo e dai solito abbellimenti culturali”.

L’Impronta Residua è una parte importante dell’architettura globale della coscienza individualizzata (figura 1, qui sotto), che ciascuno di noi che vive nei mondi di tempo e spazio possiede.

Architettura della Coscienza Individualizzata-Enit

In tutto, ci sono sei sistemi principali integrati che includono la coscienza individualizzata. Oltre all’Impronta Residua, le altre componenti di questa architettura sono:

Strumento Umano

   “Lo Strumento Umano consiste di 24 sistemi primari e quattro elementi maggiori: corpo, emozioni, mente e mente genetica. È il veicolo dell’anima nei mondi di tempo e spazio.”

Del Nucleo Fantasma si parla nel Discorso del Lyricus n. 3. Ecco un breve estratto:

   “Anche nei momenti silenziosi della tua vita, quando guardi fuori dalla finestra o leggi un libro, c’è un grande universo di esperienza che viene percepito da questo Nucleo Fantasma, e ogni minimo dettaglio è fedelmente registrato e trasmesso all’anima.

     “Il Nucleo Fantasma è la super-coscienza dello strumento umano. È separato dall’anima ed è considerato l’emissario dell’anima nel mondo naturale in cui lo strumento umano deve interagire.

     “È attraverso questa consapevolezza che l’anima sperimenta il mondo naturale della limitazione e della separazione, attratta da esso nelle esperienze che l’aiutano a costruire l’apprezzamento del Grande Multiverso che è l’abito della Sorgente Primaria.”

L’Anima Umana (coscienza d’entità) è, in parole molto semplici, un frammento della Coscienza Spirito Universale della Sorgente Primaria. Come descritto nel Glossario, è composta di una vibrazione d’energia raffinatissima e purissima uguale a quella della Sorgente Intelligenza (spirito). È una coscienza immortale, viva e coerente, riproduzione dell’energia del suo Creatore con la coscienza individualizzata di una singola personalità.

La Sovranità Integrale è lo stato di coscienza in cui l’entità e tutte le sue diverse forme di espressione e percezione sono integrate in una totalità cosciente. La Sovranità Integrale è l’identità fondamentale di un individuo. È la convergenza dei mondi esperienziali di tempo e spazio con la conoscenza connaturata della Sorgente Primaria dismessa nell’individuo al momento della sua nascita. È l’unione di tutte le esperienze create e di tutta la conoscenza istintiva.

Il Navigatore di Totalità guida lo strumento umano a percepire l’esistenza frammentata come passaggio nella totalità e nell’unità. Il Navigatore di Totalità persegue la totalità e l’unità. È il cuore della coscienza d’entità, che guida lo strumento umano e l’anima umana a unirsi e ad agire come un essere singolo e sovrano interconnesso con tutti gli altri esseri. Il Navigatore di Totalità è la forza gravitazionale che forma il risoluto raggruppamento delle Sovranità Integrali, regnando in sovranità da una comprensione esistenziale di auto-sufficienza.

L’anatomia della coscienza individualizzata (figura 2, qui sotto) è composta di questi sei sistemi energetici principali e, all’interno della sua struttura o architettura, solo il corpo umano – la punta dell’iceberg – è visibile all’occhio umano. Ciascuno di questi sei sistemi energetici possiede una consapevolezza sensoria sintonizzata all’auto-identificazione, in modo molto simile a come il sistema occhio-cervello umano è sintonizzato a vedere il corpo umano. Per esempio, il Navigatore di Totalità ha dei sensi sintonizzati a vedere, udire, pensare e percepire se stesso e, per questo motivo, identifica se stesso come l’elemento centrale all’interno della coscienza o personalità individualizzata. Questo è conosciuto come “locus percettivo”.

Anatomia della Coscienza Individualizzata-Enit

In molti casi, i sistemi fondamentali compresi nella coscienza individualizzata non sono consapevoli l’uno dell’altro in modo significativo e operano indipendenti, ognuno nel suo proprio mondo. In altri casi c’è la consapevolezza, seppure mantenuta in modo vago, che la coscienza consista di più di quanto sia direttamente visibile nello spettro della percezione del momento. In rari casi c’è sia la consapevolezza sia la comprensione di questa struttura d’insieme e del suo scopo complessivo, e questa è la direzione evolutiva della specie umana.

La musica è un’esperienza vibratoria che può essere “sintonizzata” per influenzare l’intera struttura della coscienza individualizzata. Le vibrazioni musicali possono essere organizzate per toccare le componenti della coscienza individualizzata (come descritte sopra) affinché progressivamente diventino consapevoli l’una dell’altra. In altre parole, le vibrazioni della musica posso accendere e nutrire gli elementi della coscienza individualizzata nel diventare un insieme più coordinato, promuovendo il loro allineamento a un fine comune.

La Camera 3 dell’Hakomi Project è progettata per stimolare ciascuno di questi elementi della coscienza individualizzata, ma l’enfasi è sullo sviluppare la voce dell’Impronta Residua. Il motivo è che l’Impronta Residua può essere paragonata a un precursore o antesignano allo stato di coscienza di Sovranità Integrale in termini di mondi di tempo e spazio.

È l’Impronta Residua che è in grado di creare e sostenere un sentiero di saggezza fondato sui principi di vita della Sovranità Integrale. Se osservate l’immagine “Architettura della Coscienza Individualizzata” noterete una sproporzione tra la personalità umana e l’immensità della coscienza individualizzata. La personalità umana si trova dove la persona vive la sua vita di veglia. Si trova dove, virtualmente, tutti i media – televisione, musica, film – sono progettati a interfacciarsi con l’individuo.

La coscienza individualizzata è lo stampo sul quale il nostro Creatore forma tutti noi. Noi siamo coscienze individualizzate composte delle sue componenti e funzioni fondamentali connaturate, che ci si renda conto e riconosca questo fatto oppure no. Quando avverrà l’irrefutabile scoperta scientifica dell’anima umana, la straordinaria architettura che ciascuno di noi possiede continuerà a rimanere fondamentalmente nascosta.

La musica della Camera 3 non è intesa esclusivamente per la personalità umana ma, piuttosto, per la coscienza individualizzata. È per questo motivo che la Camera 3 è composta nel modo in cui è: un viaggio che si snoda in un mosaico di suoni, schemi, note, ritmi, canti, vocalizzi e parole. È per questo che, all’inizio, alcuni possono sentirsi a disagio con questa musica, perché parla a elementi del loro essere energetico abituati a una realtà dove passano inosservati.

È essenziale che l’individuo conosca la grandiosità della sua struttura e che la personalità umana possa diventare più consapevole delle “parti componenti” della sua coscienza e del loro funzionamento. Il motivo è semplice: nella comprensione intellettuale della vostra vastità è contenuto il seme che espande il vostro senso dell’avventura e della sperimentazione.

Per essere più chiari, non si tratta dello stesso tipo di esperienza che si potrebbe associare assaggiando un nuovo cibo o sperimentando un nuovo modo di vestirsi. Qui il focus specifico è dato dalla motivazione di espandere e modificare o rinnovare periodicamente la vostra comprensione delle dinamiche più ampie che formano il vostro mondo – sia individuale che come specie.

Per esempio, la ricerca ha dimostrato che una persona media, ora che arriva all’età adulta, ha visto 200.000 atti di violenza presentati dai media. Queste esposizioni alla violenza alimentano le tendenze aggressive connaturate all’istinto di sopravvivenza dello strumento umano. Tale aggressività si manifesta su tutti i piani delle azioni umane, non si limita all’interazione tra un individuo e l’altro, ma si manifesta anche come discordia tra nazioni.

La particella nella coscienza individualizzata chiamata personalità umana è costantemente condizionata dalla società. Intenzionalmente o meno, se questo elemento della vostra identità diventa il vostro unico locus percettivo, tenderete a rispondere alla vita secondo il programma inserito della vostra personalità umana: i vostri istinti.

Anche nella coscienza individualizzata vi è un programma e questo programma – dato che appartiene ai mondi di tempo e spazio – si esprime principalmente attraverso l’Impronta Residua della Sovranità Integrale.

Le persone che affermano di essere una coscienza individualizzata, e non puramente una personalità umana, sono immediatamente più connesse alla voce dell’Impronta Residua. Questo semplice atto può riaccendere il programma inserito all’interno della coscienza individualizzata e illuminare un nuovo cammino di saggezza. C’è un’inimmaginabile carenza di media che parlino a questi aspetti della coscienza umana e che li aiutino ad emergere e a manifestarsi. Questo è, in parte, lo scopo della musica della Camera 3.

Dal mio mondo al vostro,                                                                                                          James

– Testo presente nel sito ante 2014 e nella “Raccolta delle Opere WingMakers, vol. 1”

PDF Download Button RotScarica pdf

Questa voce è stata pubblicata in Diagrammi, Extemporanea, Varie. Contrassegna il permalink.